SI POTEVA FARE MEGLIO

Si poteva fare meglio? Forse sì…

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

TRECATE – Martedì 29 dicembre, presso il Teatro Comunale di p.za Cavour, si è tenta la conferenza stampa di fine anno del Sindaco Binatti alla quale non ho partecipato causa leggero incidente imputabile agli innevati e ghiacciati camminamenti che l’amministrazione non ha provveduto a far pulire. Premesso che amministrare non è facile specialmente di questi tempi e premesso che lo lascio volentieri fare a chi ritiene di “saperlo e poterlo” fare, mi limiterò a personali commenti basandomi su quanto pubblicato dal collega Bressani su La Stampa.

 

Binatti ha ufficializzato che si riproporrà alle prossime amministrative con sette liste: le due di centrodestra (Fratelli d’Italia e Lega) più quella dei suoi acerrimi nemici di Forza Italia (ossia Vilardo, Capoccia e compagnia di giro??) che da quattro anni cerca di mandarlo a casa, facendogli una accanita opposizione. A queste si aggiungeranno quattro civiche: due liste alle quali sta lavorando il vicesindaco Canetta al quale faccio calorosi auguri, la civica “Binatti Sindaco” entro la quale dovrà sostituire il traditore Vilardo ed il silurato Oriolo e proseguire facendo un notevole repulisti anche di “nomi pesanti” quanto dannosi, più suppongo, l’ex amico/nemico di sempre: quel Crivelli che dopo aver “scaricato” i suoi ingombranti soldatini locali di Forza Italia, spera di poter volare alto affidandosi a “Forza Novara” nel capoluogo e ad una ipotetica “Forza Trecate” nel suo paesello.

Dubito fortemente che “Cambiamo Trecate” del nemico Volontè e soci, possa sostenerlo.

 

Quanto al bilancio del suo operato, mi limito a commenti sugli argomenti riportati: assodate le difficoltà pandemiche, circa la sicurezza della quale aveva trattato in altra occasione, andrò anch’io a commentarla a parte, ma il proporre il “Controllo di vicinato” mi suona come un’emergenza alla quale ricorrere vista la scarsità della presenza dei suoi Agenti nell’abitato cittadino (mi dicono che sono molto presenti in determinati punti periferici di accesso, oltre che in frazione ed in altri Paesi) e la pesantissima richiesta di trasferimento a suo tempo presentata (8 richieste su 11 agenti); come dire ai cittadini: “chi fa da se…”  I concorsi per assumere altri agenti saranno solo un blando palliativo alle ripetute “fughe” da Trecate (qualcuno non ha neppure terminato la prova e questo si commenta da se). Il porre un distaccamento in Stazione pone un altro quesito: non ci sono agenti a sufficienza per organizzare una vigilanza nel centro abitato cittadino (a proposito: qualcuno ha mai visto in giro per le nostre strade i DUE bellissimi cani?), dove li trovate altri agenti per un ulteriore “minicaserma” o distaccamento in quel luogo?

Sulla riqualificazione del centro devo dire che il lavoro svolto è ottimale anche se ci sono molte strade e soprattutto marciapiedi un po’ ovunque, che necessitano di celere manutenzione ed i DUE MILIONI DI MUTUO PER L’ALLARGAMENTO PALESTRA, gridano orrore!! Molto più logica infatti, un’adeguata manutenzione alla preesistente struttura utilizzando mutui per altre più incombenti necessità!! Molto ci sarebbe invece da dire sulla circolazione viaria ma ne riparleremo. L’ultimo “capolavoro” per liberare la piazza, è contro ogni logica e buonsenso.

In quanto al trasporto di studenti e pendolari, dubito fortemente che riescano a far fermare dei “diretti”: ho da sempre sostenuto che sarebbe stato improbabile se non impossibile, che ciò potesse avvenire. Andrebbero altresì potenziati i trasporti SUN, da sempre deficitari negli orari di trasporto studenti.

Sul lavoro mi sono sempre chiesto dove sono le moltitudini di disoccupati e mantenuti dal Comune e dal Governo ed ho espresso la personale e negativa opinione, proprio in occasione della nevicata dove in molti, si aspettavano di vedere all’opera i tantissimi mantenuti. Ottima l’iniziativa del coinvolgimento dei giovani nell’attività politica e tardiva (se non erro è partita da poco) pur se condivisibile, la messa a dimora degli alberelli nominali per i neonati.

 

Alla domanda circa “UN progetto non realizzato”, Binatti ha citato il biennio delle superiori ma avrebbe potuto fare un elenco molto più lungo. Credo invece, abbia fatto un dannoso “autogol” citando in proposito la scelta politica (???) del “presunto palazzetto” a discapito del citato biennio, ma anche a discapito di molto altro (uno per tutti: la casa di riposo, ma potrei aggiungere il servizio di minibus interni ed un notevolmente maggiore controllo dell’immigrazione, la nettezza urbana costosa e molto inefficiente, …)

di Gian Roberto D’Ulisse

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail