change

Un sogno da realizzare…

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La stragrande maggioranza dei Trecatesi pensa che Trecate debba cambiare, che la situazione che si è venuta a creare negli ultimi anni non sia più sostenibile. Gli stessi amministratori ripetono spesso la parola “cambiare” o parlano di una “Trecate che cambia”… solo nella loro immaginazione.
A giugno i cittadini di Trecate avranno la straordinaria opportunità di cambiare davvero. Potranno decidere se continuare a sentir parlare di cambiamento da un Sindaco che ha ampiamente dimostrato una notevole distanza dalla popolazione (forse  per dedicarsi ai numerosi incarichi politici che ha collezionato) o riporre fiducia e fare un percorso insieme a persone capaci e competenti ma nuove, come le idee che portano avanti. Persone che più di tutti gli altri in questi cinque anni hanno vissuto tra la gente, ascoltando i propri concittadini, portando avanti le richieste di tutti noi trecatesi.
Dall’altra parte, l’attuale Sindaco è stato il primo a “blindarsi” nel proprio ufficio attraverso un sistema di sicurezza con codice; lo stesso Sindaco che non vuole divulgare i numeri delle persone che incontra. Forse perché si tratta di una quantità risibile, troppo impegnato dalle molte altre poltrone su cui siede?
Noi sogniamo di abbattere le barriere tra i trecatesi e l’Amministrazione.
Sogniamo di far tornare a vivere la nostra città. Sogniamo di vedere amministratori che siano veramente al servizio della Comunità e ascoltino i problemi dei propri concittadini, consapevoli che si tratta dei problemi di Trecate. Sogniamo che si possano organizzare manifestazioni che portino i trecatesi in centro e che portino gli abitanti dei
paesi limitrofi a venire a Trecate come avveniva un tempo. Da anni gli abitanti dei comuni vicini non frequentano più la nostra città, ma preferiscono andare altrove, in comuni che sono più di richiamo ed organizzano attività ed attrazioni molto gradite e partecipate.
Oramai da troppi anni a Trecate non si vede una iniziativa che sia degna di questo nome, non si vede qualcosa di nuovo: ci sono sempre le stesse manifestazioni, fatte nello stesso identico modo e il risultato è sempre lo stesso insuccesso desolatamente allarmante.
“Vivere la Città” sarà determinante per risollevare le sorti di un comune che sembra agonizzante. Far ripartire il commercio è determinante, collaborare con i commercianti per creare condizioni affinché si sviluppi questo settore è oramai ineludibile: non si può più rimandare questo problema. O la prossima amministrazione creerà le condizioni per aiutare i commercianti a far ripartire il settore o si rischia di avere un centro “fantasma” con negozi chiusi e in totale abbandono. Le attività commerciali – non solo del centro ma di Trecate in generale – sono spesso ormai al limite della sopravvivenza; molti resistono per buona volontà e caparbietà, altri resistono perché ancora sperano in un “miracolo”, altri infine sono delusi, demoralizzati, demotivati e rassegnati.
Sogniamo di far tornare i cittadini in centro e di far tornare gli abitanti dei paesi vicini, come molti di noi ricordano che avveniva sino ad alcuni anni fa. Per fare questo serve l’aiuto di tutti ma sopratutto serve un’amministrazione che abbia un progetto, una visione di come Trecate debba cambiare. Molti, anzi moltissimi problemi non solo non sono risolti, ma spesso non sono nemmeno stati
sfiorati.
È per questo che Trecate può, anzi deve, avere un sogno da realizzare. Un sogno di vero cambiamento…

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail