VIOLENZA SESSUALE

Extracomunitario arrestato per violenza sessuale

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

TRECATE – Nel primo pomeriggio di Lunedì 17 agosto, una pattuglia della Polizia Locale è intervenuta in via Cairoli su chiamata di una residente allarmata delle urla di una donna provenienti dall’interno di un’abitazione. 

Giunti sul posto, gli agenti hanno sfondato la porta di un appartamento, trovando un uomo di origini extracomunitarie intento a violentare sessualmente una sua connazionale. Alla vista degli agenti, la donna si è gettata tra le loro braccia chiedendo aiuto e cercando rifugio dal suo aggressore.

Accompagnato provvisoriamente presso il comando di Viale Cicogna per gli accertamenti, l’individuo è stato identificato per M.J. ed arrestato per il reato di violenza sessuale, mentre la vittima è stata inviata al pronto soccorso di Novara e sottoposta a cure mediche. L’energumeno, è stato quindi portato al carcere di Novara a disposizione dell’autorità Giudiziaria.

L’Amministrazione comunale ringrazia in primo luogo la signora che si è accorta del pericolo segnalandolo prontamente alle forze dell’ordine e gli agenti della Polizia Locale che sono intervenuti in tempi brevissimi.

——————————————-

Quanto sopra, il resoconto del fattaccio, contenuto nel comunicato diramato dall’Amministrazione. Condivido l’indignazione per l’efferato ed inqualificabile atto per il quale ogni punizione sarebbe insufficiente, ma non posso esimermi da fare una considerazione.  Dopo i fatti di vicolo Bordiga, ancora un atto delittuoso da ascrivere ad elementi di origine extracomunitaria, avvenuto in un quartiere nel quale ormai ha preso ampiamente residenza l’etnia di un certo tipo. Un pessimo campanello d’allarme per la nostra città, per gli italiani di Trecate e per il buonismo cattocomunista che ha favorito e sostiene senza alcun controllo, questo tipo di insediamenti.  

Trecate è ormai largamente invasa da tutte le etnie e conseguentemente, anche da elementi per i quali il vivere civile, è un costume che a costoro non appartiene, come dimostrato anche dalle periodiche discariche stradali che periodicamente ci troviamo e che a quanto pare, sono pressochè sempre da addebitare a costoro.

Quello attuale, è il secondo atto violento in pochi giorni, da ascrivere ad etnie extracomunitarie diverse ma sulle quali, i cittadini e gli amministratori in particolare, dovrebbero riflettere. La situazione cittadina vista da molti diversi punti, è critica ed evidentemente, qualche telecamera sparsa nei quartieri, non sortisce alcun effetto neppure deterrente, e chi si ostina a gettare immondizia ovunque ne è la riprova.  

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail