poliziamunicipale

Sicurezza: cosa si può fare?

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La sicurezza a Trecate è uno dei temi più complessi. Ci stiamo accorgendo tutti i giorni che si tratta non solo di un problema locale, ma di un problema nazionale e globale che coinvolge più settori per ragioni di natura economica, politica, culturale e non solo.
L’Amministrazione di una città non ha tutti gli strumenti per affrontare il problema della sicurezza, ma ne ha molti e può fare tanto: la prevenzione ad esempio aiuta a contenere e contrastare l’aumento dei reati, in particolare quelli che ci colpiscono nelle nostre case o quando usciamo per vivere la nostra città.
Se questi strumenti non vengono utilizzati o sono male utilizzati dagli Amministratori di un Comune succede quello che vediamo e viviamo tutti i giorni nella nostra Trecate: furti nelle case e negli appartamenti, centro città semideserto e lasciato in balìa e a disposizione di chi
delinque.
Il Comune può e deve mettere in campo delle misure per prevenire, contrastare, ridurre e contenere gli effetti di questo fenomeno, per riportare i trecatesi a vivere la propria città, per riportarli a fruire di quegli spazi che sino a pochi anni fa erano al centro della vita sociale: nessuno avrebbe mai pensato ad abbandonare il centro per rintanarsi nelle case o andare nei paesi limitrofi ed invece è sotto gli occhi di tutti questa involuzione.
Una buona amministrazione per riuscire in questo intento,  deve “chiamare” ogni cittadino a dare il suo contributo per quanto riguarda la prevenzione e la segnalazione. Una buona amministrazione deve inoltre coinvolgere e promuovere iniziative rivolte alla diffusione di una cultura civica volta al rispetto delle regole e del bene comune.
Una buona Amministrazione deve considerare l’impegno per la sicurezza un elemento determinante e qualificante della propria azione amministrativa: deve quindi adottare provvedimenti che consentano alla Polizia Municipale di svolgere compiutamente il proprio ruolo per garantire una incisiva presenza nel territorio comunale, prevedere presidi nelle zone più “esposte” intensificando il monitoraggio anche in collaborazione con le altre forze dell’ordine.
Per consentire lo svolgimento di questo compito da parte della Polizia Municipale, occorre intervenire revisionando i vari compiti attribuiti, tenendo ovviamente conto dei carichi di lavoro ma riducendo in modo consistente, nel rispetto della normativa applicabile, le attribuzioni di natura amministrativa della Polizia Municipale per consentire in questo modo una migliore attuazione del servizio. Inoltre un’opera di revisione del Regolamento di Polizia Urbana che preveda di aggiornare compiti ed equipaggiamenti della Polizia Municipale, è sicuramente necessario, come l’adesione a corsi specifici di formazione può essere un ulteriore aiuto. I provvedimenti di qualificazione della Polizia Municipale devono essere inoltre supportati da strumenti e dalla collaborazione di tutti i cittadini.
L’Amministrazione può intervenire creando i presupposti per questa collaborazione, quindi sarà importante la pubblicazione di un apposito bando che preveda dei contributi da parte del Comune ai cittadini che installeranno impianti di videosorveglianza: un impegno concreto da parte dell’amministrazione può realizzarsi impegnando la metà dei proventi delle multe ad investimenti per obiettivi di sicurezza che prevedano adeguamenti ed acquisti di nuovi mezzi e strumenti per rendere Trecate più sicura.
Molto importante ovviamente, incentrare gli interventi sul sistema di videosorveglianza allo scopo di controllare le aree considerate “critiche” per la sicurezza, tutelare il patrimonio pubblico da atti vandalici e danneggiamenti, assicurare una maggiore vigilanza ai cittadini, fornire un presidio remoto sul territorio, ottimizzare le risorse umane a favore di una maggior presenza in “punti critici”, costituire un supporto alle indagini della Polizia Giudiziaria in caso di illeciti o reati. Per realizzare questi obiettivi occorre istituire una centrale operativa con funzioni di controllo, il tutto nel pieno rispetto della normativa vigente sulla privacy.
Realizzare questi cambiamenti permetterebbe a Trecate di contrastare in modo efficace furti, scippi ed altri reati, riportando la nostra Città a un tasso di criminalità ben al di sotto di quello attuale e a ridurlo in modo sostanziale per farlo diventare uno dei più bassi dell’ovest Ticino realmente e non solo nelle dichiarazioni.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail