IMG_9260

Comportamenti contrapposti

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’amministrazione pochi giorni fa ha ufficializzato con nuova nomina, il rappresentante per il Comune di Trecate nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio per i servizi sociali che opera sul territorio dell’Ovest-Ticino (CISA). Il nuovo amministratore che da 30 anni lavora per la comunità trecatese, ha fatto esperienze in vari settori del volontariato a livello comunale, provinciale, regionale ed interregionale. In passato ha condiviso con gli operatori del CISA idee e progetti. Il nuovo amministratore ha dedicato “una vita” alla risoluzione dei problemi sociali della nostra comunità, dedicandosi ai più deboli senza utilizzare scorciatoie, senza chiedere nulla di personale in cambio, con un lavoro serio e pesante, senza mai pubblicizzare sui social (non è iscritto a Facebook) in modo strumentale, il contributo suo e della squadra che ha saputo costruire attorno a lui.

E’ fondatore con altri nostri concittadini e Presidente, di una delle associazioni che ha dato di più a Trecate: ricordiamo ad esempio, il progetto “Trecate città cardioprotetta”.

Potremmo considerarlo a ragione e senza che nessuno ci possa smentire, “il lato nobile della medaglia”.

Poi c’è l’altro lato della medaglia. Evitando di fare paragoni con altre esplicite persone, vorremmo semplicemente evidenziare comportamenti diversi, contrastati.

In contrapposizione a comportamenti di laboriosa umiltà, troviamo sui social i famosi “leoni da tastiera”.

Esperti di ogni argomento che la mente umana possa immaginare, sempre presenti, crediamo almeno 25 ore al giorno, sempre pronti a dare consigli, suggerimenti, soluzioni su tutti gli argomenti. Personaggi presenti sulla terra e per nostra fortuna, con il dono della “onniscienza”, del sapere illimitato, sempre informatissimi e coltissimi. L’umiltà non è certo cosa che fa per loro: lavorare per la comunità senza una foto o un post su Facebook, non ha proprio nessun senso, tutti devono sapere cosa hanno fatto.

A Trecate siamo molto fortunati: abbiamo “leoni da tastiera” eccellenti, senza concorrenti in nessuna altra parte dell’universo, che operano ovviamente sempre e solo per il bene della città; per loro la città è quasi come un figlio, se ne prendono cura amorevolmente, apparentemente in modo disinteressato. Ma come diceva Andreotti “A pensare male degli altri quasi sempre si fa peccato, ma spesso si indovina”, perciò accettiamo sin da ora scommesse, che il prossimo anno, alle elezioni amministrative, arriverà il conto da pagare.

Ci troveremo così ancora una volta ad avere in Consiglio Comunale dei “bravi amministratori” capaci solo di fare dei “copia-incolla” di cose fatte da altri. Torneremo più volte su questo argomento, nella mai riposta speranza che i nostri concittadini nel 2021 non pensino solo a votare apparenza e slogan, ma sostanza e persone preparate.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail