CONSIGLIO COMUNALE

Consiglio Comunale con finale…movimentato

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

di Gian Roberto D’Ulisse

TRECATE -In un recente mio articolo pubblicato sul sito online del giornale(www.notiziecontrocorrente.it) ho fatto la cronistoria degli avvenimenti politici trecatesi di questi ultimi 4 mesi, concludendo con la speranza che il riordino intrapreso da Binatti all’interno della sua maggioranza, si concludesse con quello che a mio avviso, avrebbe dovuto essere l’ultimo e decisivo atto: la sfiducia e l’allontanamentodel presidente del Consiglio comunale per interferenze, ripetuti ostacoli e tentativi di danneggiare l’attività dell’Amministrazione. Pensavo, sbagliandomi, che quest’ultimo atto andasse in scena nel Consiglio comunale del 28 ottobre scorso(foto di repertorio), quando l’ambiguo personaggio non si è presentato a presiedere. Il Consiglio infatti,si è aperto presieduto dal Vice, il Consigliere Casellino e solo verso le 22, a seduta in corso, si è presentato il titolare. 

C’è stata una interpellanza degli oppositori Volontè e Vilardo sul Polo Logistico alla quale ha risposto il Sindaco, precisando che l’argomento era stato spiegato in modo chiaro e dettagliato in Commissione nella quale era “presente Vilardo che evidentemente non ha capito” e pertanto Binatti ha provveduto a rispiegarlo, chiedendo poi al Vilardo se era stato abbastanza chiaro o se necessitava di nuova ulteriore spiegazione.

Nei successivi punti riguardanti l’Urbanistica e la modifica delle Opere Pubbliche, si è chiarito che per mancanza di disponibilità, la manutenzione di alcune vie (Plinio, Verra, Pellico) saranno rinviate, mentre quella del Viale Cicogna, via Leonardi e Garibaldi, saranno effettuate dopo il parere della Sovrintendenza. Via libera definitivo invece, per la sistemazione della Palestra di via Mezzano, anche se vi sono state molte contestazioni da parte del Consigliere Almasio che ha suggerito soluzioni diverse: la manutenzione (necessaria) della palestra esistente e la costruzione di un nuovo palazzetto, anche se questo porterebbe ad una maggiore spesa, comunque finanziata da mutuo; si avrebbero in tal modo e comunque, 3 palestre ed un nuovo evero palazzetto. Secondo Binattiperò, l’esistente struttura risalente agli anni ’80 necessiterebbe di un dispendioso intervento manutentivo, tale da sconsigliare una decisione in tal senso: meglio pertanto una consistente ristrutturazione e l’ampliamento. Volontè e Vilardo hanno insistito sulla costruzione della scuola: non si sono ancora resi conto che quell’opera non vedrà mai la luce, né con questa né con altre successive amministrazioni, salvo impegolarsi in meandri legali prima ancora che strutturali.

La Consigliere Coraia con Delega alla Cultura,ha illustrato quanto autorizzato, patrocinato e realizzato dal Consiglio di Biblioteca e dal settore culturalenello scorso anno e quanto si è programmato per l’anno a venire. Tale elencazione e l’ingresso della Biblioteca comunale al circuito BANT, ha riscosso parere unanime e favorevole sia da parte della Maggioranza che dall’opposizione. La Consigliere Coraia, ha poi fatto rilevare come a mezzo stampa, la presidente del Consiglio di Biblioteca Olivia Guarneri Vilardo, abbia rilasciato affermazionie diffuso notizie assolutamente infondate dichiarando che Il consiglio di biblioteca non c’è più dal 19 settembre (…) ma nessuno mi ha avvisato”.Come ha tenuto a sottolineare la Consigliere Delegata Coraia, la poco e male informata presidente Guarneri Vilardo,PRIMA di diffondere dichiarazioni sull’inesistente scioglimento del Consiglio di Biblioteca, NON ha neppure contattato gli Uffici comunali della Cultura né tantomeno la Delegata. Tra il malumore della Guarneri Vilardo presente tra il pubblico ed i borbottii del consorte, ha preso la parola Volontè che cercando una impossibile difesa, ha dichiarato di non essere informato della vicenda. Evidentemente, da quando non è più assiduo frequentatore degli uffici della Biblioteca, risulta disinformato su quanto avviene in quella struttura. 

Il Consiglio si è concluso con la presentazione della mozione presentata dalla Consigliere Dattrino a nome di tutta la maggioranza, con la quale poneva in rilievo la difesa del gorgonzola e dei prodotti alimentari del territorio, contro le sanzioni USA sui dazi.Anche questa mozione è stata approvata all’unanimità del Consiglio. 

La serata si è conclusa con un deplorevolestrascico post consigliare: la presidente della Biblioteca Olivia Guarneri ed il marito Antonio Vilardo, consigliere di opposizione, si sono lasciati andare a schiamazzi, inscenando una cafonesca gazzarra verso la Consigliere Coraia.Non sono statirisparmiati schiamazzi anche verso altre persone, fino all’arrivo degli agenti della Polizia Locale che hanno riportato l’ordine nella Sala di Rappresentanza.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail