Boiled white rice in ceramic pot on wooden background.

Buone notizie per l’agricoltura

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Finalmente i dazi sul riso del Sud Est asiatico

“Una buona notizia – afferma la Consigliere delegata Patrizia Dattrino  in arrivo dall’Unione Europea. Finalmente pare si voglia instaurare dazi che possano limitare l’arrivo di riso da Cambogia e Myanmar. Un aiuto concreto per i produttori italiani di riso ed in particolare, del nostro territorio, che per molto tempo sono stati penalizzati sia nella produzione che nel riconoscimento della qualità, da un sistema che li equiparava ai produttori del sud Est asiatico.” 

L’annuncio arrivato da Bruxelles, prevede il ripristino di dazi per tre anni, con una tariffa di 175 euro a tonnellata per il primo anno, che sarà ridotta nei due anni successivi.

“Viene così riconosciuto il danno a cui erano sottoposti i nostri produttori ed altra notizia – prosegue la  Dattrino –  è che ad indurre all’introduzione dei dazi, sia la constatazione delle violazioni dei diritti umani nell’accaparramento delle terre in Cambogia. Un anno fa – conclude la Consigliere incaricata – gli agricoltori si erano recati dal Governo ad esporre le loro difficoltà, documentandole in modo dettagliato, senza ottenere risultati. Ora arriva una rivincita col riconoscimento di un sacrosanto diritto per i nostri agricoltori”.

Assicurazioni per gli agricoltori: parte il bando 2018

Il Ministero per le Politiche Agricole ha pubblicato il bando annuale per la raccolta delle domande di contributo per le assicurazioni dei prodotti vegetali, relative all’annualità 2018. Si tratta del terzo fondamentale tassello necessario per gestire la misura di aiuto a favore degli agricoltori del nostro territorio, che scelgono la strada della copertura dei rischi tramite contratti assicurativi, la cui spesa è cofinanziata al 70% con i fondi del Piano di sviluppo rurale nazionale 2014-2020 (Psrn).

Il testo è contenuto nel decreto n. 30623 del 5 novembre scorso.

La dotazione finanziaria prevista per l’avviso pubblico, è pari a 300 milioni di euro, di cui 165 a valere sui fondi nazionali e 135 a carico dei fondi UE. Se la dotazione finanziaria non fosse sufficiente a far fronte alle proposte presentate, l’Autorità di gestione, con successivo provvedimento, potrà incrementare le risorse disponibili. I termini per la presentazione delle domande sono fissati al 30 giugno 2019 per quella di sostegno (l’istanza preliminare) e al 30 settembre 2019 per la domanda di pagamento. 

“Sono soddisfatta – afferma la Consigliere delegata Patrizia Dattrino – per questa accelerazione dei pagamenti relativi alla campagna 2018. E’ certamente una concreta forma di attenzione da parte del Ministero che tende a recuperare il tempo perduto negli anni precedenti, in modo specifico per gli anni 2015 – 2017 per i quali gli agricoltori vantano ancora crediti che ammontano a circa 300milioni di euro”.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail