LA CUPOLA

Novara vista… dalla Cupola

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

A cura della dott.ssa Alessia Carioli

Un’occasione per visitare un edificio dall’importanza storica e artistica impareggiabile, l’opportunità di ammirare la nostra Novara da una prospettiva privilegiata e unica; questa l’esperienza che viene offerta con la salita alla Cupola di San Gaudenzio, che aprirà nuovamente le sue porte dopo aver già accolto più di 6.000 visitatori nei mesi passati ed aver osservato un periodo di sospensione durante stagione più fredda.

Il percorso di visita è organizzato da Kalatà, un’impresa culturale che si avvale di guide turistiche autorizzate per proporre visite tra i luoghi, i monumenti ed i centri culturali più interessanti del nostro territorio. La Cupola di San Gaudenzio è in effetti un gioiello della nostra provincia: progettata a cavallo della metà del 1800 da Alessandro Antonelli (architetto realizzatore anche dell’ancor più celebre Mole torinese) con lavori di realizzazione durati ben quarant’anni, la cupola rappresenta oggi uno degli edifici in muratura più arditi mai concepiti e realizzati.

La visita è un’esperienza unica nel suo genere, in cui i partecipanti hanno la possibilità di scegliere tra due percorsi proposti: il primo (la cui partecipazione è prevista a partire dai 6 anni) permette la salita fino a 75 metri di altezza, ha una durata di un’ora e mezza e consente di ammirare l’interno dell’edificio tra racconti legati alla sua centenaria storia e scorci esclusivi sul panorama esterno.

La seconda proposta (rivolta invece a visitatori dai 14 anni in su) è la salita alle guglie: un percorso che permette di raggiungere i 100 metri d’altezza nel corso di circa due ore. I più temerari e più curiosi, sempre accompagnati da guide certificate, possono indossare imbragature ed elmetto per arrivare fino al punto più alto del monumento; da lì si ha l’occasione unica di ammirare non solo il panorama sottostante ma nelle giornate più limpide, anche di far viaggiare lo sguardo fino ai grattacieli milanesi ed alle pittoresche montagne sullo sfondo.

Le visite vengono svolte tutti i venerdì, sabato e domenica, previa prenotazione.

L’occasione per vivere questa esperienza è ripartita lo scorso 11 marzo e proseguirà fino al prossimo 13 novembre.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail