NOVA COOP RINGRAZIA

Nova Coop ringrazia gli operatori in prima linea nell’emergenza sanitaria

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

 

Un contributo per dire grazie agli operatori sanitari dell’ASL NO che hanno lavorato nell’esecuzione di tamponi al drive through e l’hot spot di Novara

NOVARA – Ci sono tanti modi di esprimere la generosità e dire “grazie” a chi ancora oggi, è in prima linea nell’affrontare e cercare di superare l’emergenza sanitaria, impegnandosi nel fare al meglio il lavoro di prevenzione, assistenza, cura e affrontando una delle sfide più difficili di questi ultimi anni.

Dalla consapevolezza dell’impegno degli operatori sanitari, Nova Coop, cooperativa di consumatori leader nella Grande Distribuzione Organizzata, ha voluto ringraziare il personale del Distretto Urbano dell’Asl No della sede di Novara, impegnato presso il drive through e l’hot spot nell’esecuzione dei tamponi di diagnosi e verifica del virus Covid-19, offrendo il proprio contributo da spendere presso l’Ipercoop del Centro Commerciale San Martino di Novara.

“Per gli operatori sanitari questa pandemia ha cambiato il modo di lavorare; sono cambiate le necessità – afferma Mario Esposito, Direttore del Distretto Urbano di Novara – Personalmente devo ringraziare gli operatori che si sono impegnati nelle più diverse situazioni metereologiche e gestione nell’esecuzione dei tamponi”.

“Siamo impegnati da alcuni anni in progetti a favore della  salute e del benessere; dopo la diffusione del virus, sono state messe in atto diverse iniziative: ad esempio, i nostri dipendenti hanno donato un’ora del loro lavoro permettendo di raccogliere fondi che sono stati devoluti alla CRI piemontese. In una società convulsa e ricca come la nostra, occorre che ognuno di noi faccia la propria parte” – afferma Silvio Ambrogio,  Direttore politiche sociali Novacoop -. “Un piccolo gesto è in grado di produrre grandi effetti sulla vita delle persone, oltre dimostrare un grande senso civico. Gli operatori del drive through e dell’hot spot di Novara, potranno spendere il contributo ricevuto nel nostro Ipercoop di Novara. Ci auguriamo di restituire, anche se in minima parte, quanto ci hanno dato in questi mesi e continuano a dare con il loro impegno e magari, riuscire anche a strappare loro un sorriso”.

“Iniziative come quella compiuta da Nova Coop” – sottolinea Mario Esposito – “traducono il concetto di solidarietà in un gesto concreto capace di restituire fiducia e anche di ritrovare quei valori che identificano e caratterizzano la nostra vita”.

ELENA VALLANA – Ufficio Stampa ASL NO

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail