3759404 - young alsatian ( german shepherd dog ) rolling around on grass

10 “Perché” sui comportamenti strani del nostro cane

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

(1.a parte) By Elena Minotti di Al Mulino Centro Cinofilo

Apriamo gli appuntamenti di quest’anno, affrontando 10 simpatici “perche’?” il nostro cane si comparta in un certo modo! Iniziamo esaminandone 5 e proseguiremo nella prossima edizione. Con le loro espressioni buffe, ci riempiono le giornate, ci mettono allegria ed a volte ci fanno proprio sbellicare dalle risate… In altri casi però, ci mettono anche a disagio con alcuni comportamenti che a noi sembrano strani e ci mettono magari in imbarazzo.

Ecco quindi, la mia personale “classifica” dei comportamenti bizzarri del nostro cane!!!

1.ANNUSARE IL SEDERE DI UN ALTRO CANE

Primo posto per frequenza nella classifica dei comportamenti strani, è sicuramente questo. Per il cane invece, è il comportamento più naturale del mondo per conoscere e presentarsi ad un altro cane!! Il senso più sviluppato del nostro amico a quattro zampe è proprio l’olfatto: è quindi normale che per capire bene chi ha davanti, annusi ogni centimetro quadrato dell’altro, soprattutto zone dove ci sono ghiandole che producono ormoni e feromoni! Le zone con queste ghiandole sono concentrate intorno ai genitali, vicino all’orecchio e sul muso e quando i cani si annusano, raccolgono informazioni su età, sesso, stato d’animo e cambiamenti ormonali.

2.MANGIARE L’ERBA

Il cane che “bruca” merita il secondo posto per diffusione di questo comportamento. Sarà sicuramente capitato anche a voi di osservare il vostro cane che mangia erba come se fosse una pecora! Questo comportamento lo consideriamo strano per un carnivoro, ma in realtà è normalissimo: il cane esplora anche con la bocca e quindi se decide di assaporare qualche filo d’erba, può essere semplicemente curiosità oppure potrebbe indicare una digestione un po’ lenta o una ricerca di integrazione alimentare. Mangiando qualche filo d’erba, il cane cerca di stimolare una reazione dell’organismo, magari per un pranzo o una cena un po’ “pesanti” o per carenze prolungate di qualche elemento nella dieta. Se però questo fenomeno dovesse essere molto marcato e portare il cane a vomitare, non è possibile trascurarlo e si dovrà sentire il veterinario per approfondire la questione.

  1. IL “TURBO MODE”

Ovvero, il cane che mette il turbo correndo all’impazzata a caso! Questa è veramente divertente da vedere, io la chiamo “la pazzia”. Nei cuccioli è frequentissima e soprattutto si verifica di sera: ad un certo punto, senza motivo apparente, il cane incomincia a correre velocissimo, saltando ostacoli e mettendosi nella posizione più aerodinamica possibile; ma anche gli adulti conservano questo “turbo mode” ed a volte anche loro, si mettono a farlo! È un comportamento normalissimo che sta ad indicare una voglia sfrenata di attività. Il turbo quindi non va represso, ma lasciato sfogare in sicurezza in giardino e possibilmente sull’erba, canalizzando questa energia anche con il gioco insieme a noi!

  1. STRISCIARE IL POPO’

Spessissimo viene interpretata come un’azione divertente, quando invece per il cane il più delle volte non lo è. Vicino all’ano dei cani, sono presenti due piccole ghiandoline che producono un secreto maleodorante, espressione di funzioni ataviche come il rilascio di messaggi odorosi e lubrificazione dell’ano per una più facile evacuazione di ossa e frammenti vari. Nel cane “moderno” queste ghiandole però non vengono molto impiegate, così il rischio è che rimanendo sempre troppo piene, si infiammino portando il nostro cane a cercare di spremerle da solo, strisciando il popò. Questo quindi, comporta un fastidio per il cane e se dov’esse essere emesso troppo frequentemente, sarà necessario recarsi dal veterinario.

  1. ROTOLARSI SULLE SCHIFEZZE

Quasi sempre inizia con lo strusciamento di muso e collo, dopo di che passano a rotolarcisi dentro per bene, impuzzandosi talmente tanto che dovremo correre a lavarlo prima di farlo entrare in casa! Ebbene, questo comportamento per il cane è perfettamente normale ed equivale a “profumarsi”! Un tale comportamento, nel retaggio del cane ancestrale equivaleva a camuffare il proprio odore per riuscire meglio nella caccia o rendersi più attraente agli occhi di una “donzella”! Quello che succede oggi invece, è che magari il cane appena uscito dalla toelettatura, trovi la prima cacca e ci si rotoli sopra e questo indica che il profumo di shampoo e balsamo, non lo gradiscono affatto! Occhio quindi, a non esagerare nel lavare il vostro cane, perché potreste incentivare proprio questa ricerca di “eau de parfum”!

Completeremo l’analisi nel prossimo articolo!

 

Come sempre sono a disposizione per ulteriori chiarimenti e se avete qualche “perché urgente” potete sempre contattarmi a info@almulinocinofilo.it oppure potete visitare il sito www.almulinocinofilo.it

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail