CASTELLO PERFETTO

Il castello perfetto

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pinne, boccaglio, paletta e secchiello messi in valigia? Il sogno di realizzare il perfetto castello di sabbia potrebbe realizzarsi (o quasi) prestando attenzione ad alcuni particolari accorgimenti. Il segreto per la costruzione di un castello di sabbia imponente e stabile sta nell’utilizzo di poca acqua per inumidire la sabbia, prestando contemporaneamente attenzione ai rapporti fra base e altezza.

A stabilirlo è stata una squadra di scienziati che dedica all’argomento un articolo su Nature Scientific Report.

Lo studio indica che i castelli di sabbia più stabili, hanno un contenuto d’acqua che non supera l’uno per cento in volume e che l’altezza massima che può raggiungere una colonna senza franare è pari alla radice cubica del quadrato del raggio della sua base. Apparentemente la formulazione adottata dai ricercatori, ha un aspetto esclusivamente ludico, in realtà il problema affrontato ha applicazioni e conseguenze nel campo dell’ingegneria civile e della meccanica del suolo. 

Infatti, non sono mai stati fatti molti studi sulle proprietà meccaniche della sabbia bagnata, nonostante ci siano stime che indichino che il flusso di materiali granulari sia responsabile di circa il 10% del consumo mondiale di energia del mondo.

La sabbia asciutta o troppo bagnata non è in grado di sostenere il suo stesso peso, che quindi frana. La sabbia adeguatamente bagnata invece, presenta una certa rigidità che permette la costruzione dei castelli di sabbia. Questa rigidità è data dalla formazione di ponti di acqua che, oscillando fra i granelli, sono in grado di mantenerli coesi: la presenza di liquido determina una pressione capillare che a sua volta provoca una forza di attrazione tra i granelli. Invece, l’eccessivo incremento di acqua, porta al crollo della struttura perché viene a mancare l’oscillazione dei ponti liquidi che quindi non permette la giusta coesione fra i granelli.

Dallo studio emerge una curiosità: si potrebbe costruire un castello di sabbia più stabile e più alto diminuendo la densità della sabbia, condizione realizzabile con un piccolo trucchetto: immergendo la struttura in acqua! In questo modo si andrebbero a distruggere i ponti d’acqua, ma per evitare il crollo basterebbe usare della sabbia idrofobica, in questo modo si andrebbero a creare dei ponti di aria fra i granelli sott’acqua. 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail