I CONSIGLI DEGLI ARCHITETTI

Costruire con materiali “diversi”

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

arch. Paola Geddo & arch. Monica Facchetti

Ai giorni nostri, agli edifici sono richieste sempre maggiori prestazioni di efficienza sotto tutti gli aspetti. Il mercato ci offre un panorama di prodotti performanti, con caratteristiche specifiche e certificate, innovativi anche per quanto riguarda la salvaguardia dell’ambiente.

In questo contesto si inserisce il calcestruzzo cellulare, che permette l’intera realizzazione con un unico materiale, apportando notevoli vantaggi alla costruzione, insieme ad una sostanziale diminuzione dei costi. Un fabbricato realizzato in elementi di cemento cellulare risulta già perfettamente isolato, senza la necessità di ricorrere ad aggiunte di altri strati, evitando in questo modo il problema dei “ponti termici” che si creano spesso nei punti di congiuntura di diversi materiali. La struttura cellulare del materiale garantisce un’ottima protezione dai rumori, assicurando buoni valori di isolamento acustico, nonché un buon grado di traspirabilità in ogni stagione dell’anno. Essendo costituito da materie prime minerali, il calcestruzzo cellulare è ininfiammabile ed incombustibile e questa caratteristica lo rende adatto anche all’utilizzo a livello industriale e commerciale. Dal lato della sostenibilità ambientale, essendo costituito da materie prime naturali (sabbia, acqua, calce e cemento), è simile ad una “pietra naturale”, ed è quindi un materiale biocompatibile ed ecologico, fattore molto importante in epoca attuale.

Il tempo di realizzazione degli edifici, favorito dall’utilizzo di un solo materiale per tutti gli elementi costruttivi che compongono il fabbricato, si riduce di molto rispetto ai sistemi tradizionali, ed anche questo fattore può essere discriminante nella scelta.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail