MILANO DA SCOPRIRE

Milano da riscoprire

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Se pensate di aver visitato Milano in lungo e in largo e che la metropoli non abbia più segreti o sorprese da offrirvi, probabilmente non avete mai pensato di addentrarvi nei suoi sotterranei  per scoprire ciò che custodisce e nasconde dalla luce del sole.  

Ora è davvero possibile farlo: è stata infatti recentemente riaperta al pubblico la Cripta di San Sepolcro, luogo anticamente sacro e dedicato al culto cristiano, sottostante la famosa Basilica di San Sepolcro, tuttora adibita a celebrazioni liturgiche.

Non distante da Piazza Duomo, esiste questo sito archeologico forse non ancora ben conosciuto dai più, proprio per la sua natura “nascosta”, ma non per questo, meno affascinante e suggestivo dei più celebri monumenti meneghini.

Costruita poco dopo l’anno 1000 come cappella privata, venne dedicata un secolo dopo ai Cavalieri di San Sepolcro, quando questi tornarono essi da Gerusalemme, una volta conclusasi la prima Crociata. Origini antichissime per un luogo che nei secoli ha goduto di un’importanza e di una notorietà decisamente notevoli: addirittura il grande Leonardo Da Vinci ne parlò e la riprodusse tra le sue opere, definendola centro di Milano. Aveva infatti calcolato che proprio in quel luogo, arrivavano ad incrociarsi cardo e decumano, le strade principali dell’antica Mediolanum.
Proprio per la sua importanza e la sua centralità, la cripta rimane ancora oggi preziosa testimonianza di secoli di storia, fortunatamente conservata grazie ad interventi di restauro che dal 2016, ne hanno permesso la riapertura al pubblico dopo circa cinquant’anni di inaccessibilità. 

Attualmente, il comune di Milano si sta attivando per rivalutare il sito, utilizzandolo anche come sala atta ad ospitare mostre ed eventi, oltre che con la proposta di visite guidate che permettono ai visitatori di scoprire la cripta insieme ai luoghi circostanti, tra cui il Foro Romano da cui la cripta ha ricavato la meravigliosa pavimentazione.
Le visite si svolgono prevalentemente in orario serale, il momento della giornata che offre l’atmosfera più adatta per immergersi in questi caratteristici ambienti sotterranei. Un’occasione imperdibile insomma, per entrare a contatto con lunghi secoli di storia, in un luogo così antico e così suggestivamente nascosto, sotto quella Milano che tutti ben conosciamo. 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail