parino

Risponde l’avvocato penalista

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Gentile Avvocato, temo di poter essere denunciato e subire un processo penale, essendo completamente incensurato, in cosa consiste la condizionale? Giulio C.

Caro Sig. Giulio, la sospensione condizionale della pena è un istituto fondamentale per tutelare chi non compie reati eccessivamente gravi. L’imputato di fatto è messo alla prova dal giudice per un periodo che, se superato positivamente, fa estinguere il reato. La pena rimane quindi sospesa per cinque anni per i reati o tre anni per le contravvenzioni, a condizione che il reo non commetta un altro reato: in quel caso, a determinate condizioni, sconterà sia la nuova che la vecchia pena.
La pena rimarrà infatti sospesa, a seguito della condanna, per cinque anni in caso di reati e tre in caso di contravvenzioni. Il reo non deve essere stato già condannato a una pena detentiva, essere stato definito delinquente abituale, professionale o per tendenza, alla pena comminata non deve essere aggiunta una misura di sicurezza. La pena inflitta non deve superare due anni di arresto o reclusione, per coloro che hanno più di 70 anni e tra 18 e 21 il tetto sale a 2 anni e 6 mesi. Se si tratta di pena pecuniaria la stessa ragguagliata a € 250,00 per ogni giorno di detenzione non deve superare la soglia della quale sopra.  La sospensione non può essere concessa più di una volta ma il giudice, se il soggetto sia stato in precedenza condannato con pena sospesa, può decidere di sospendere anche la seconda pena se la somma della prima e della seconda non superi i termini di cui sopra.

avv. Alessandro Parino
alessandroparino@hotmail.com
www.studiolegaleparino.it

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail