785937CB-40FC-429F-BDAC-6A7A165625A4

Un Consiglio Comunale “differito”

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

TRECATE – In tempi di emergenza, si ricorre alla tecnologia ed è in tal modo che nella serata di martedì 14 aprile, si è tenuta in videoconferenza, la riunione del Consiglio comunale trecatese, seduta che la cittadinanza, ha poi potuto seguire in differita, sulle pagine di facebook o Youtube. Questa la breve cronaca con qualche commento.

Assente per lavoro l’Assessore all’Ambiente Roberto Minera, risultava mancante all’appello Antonio Vilardo.  

Dopo l’apertura del Sindaco Binatti che ha rinnovato l’invito all’opposizione nel proseguire con gli appuntamenti collaborativi per affrontare il difficile momento, si sono affrontati i primi 13 punti in calendario concernenti più o meno tutti, argomentazioni di Bilancio o comunque di riferimento ad esso. Va ricordato che era un Bilancio di Previsione stilato prima dell’emergenza Coronavirus e pertanto incompleto ed approssimativo. Preso atto concordemente di tale situazione, dopo l’elencazione dell’Assessore al Bilancio Claudia Mazza, si è avuto un dibattito breve quanto scarno con le consuete osservazioni ed obiezioni del Consigliere Almasio che lo ha definito comunque “vuoto di contenuti”, facendo rilevare qualche aumento in relazione ad IMU, rifiuti e spese di gestione. Qualche osservazione dal pentastellato Consigliere Colli, cui ha fatto seguito un intervento del Consigliere Uboldi che ha sottolineato la positività ed il prosieguo della collaborazione che ha visto i gruppi consigliari uniti nell’affrontare l’emergenza con suggerimenti e proposte. Con qualche difficoltà nei collegamenti, è riuscito a far sentire la sua voce ovviamente sempre critica, il Consigliere Volontè che dichiarando vuoto di contenuti il tutto, preannunciava il suo scontato voto contrario. Voto contrario anche dai gruppi ufficiali di minoranza sul punto relativo al Bilancio. E’ stato sulla votazione di Immediata Eseguibilità” che normalmente avviene compatto da parte di tutto il Consiglio, ch’è andato in scena l’ennesimo “strappo” da parte dei due più che “dissidenti” che definirei anche più che oppositori (mi è difficile trovare una definizione che gli si addica): Crivelli ed il fedelissimo Volontè, hanno pressochè sempre votato contro, anche là dove le opposizioni si dicevano favorevoli.  

Per farla breve, i 13 punti all’ordine del giorno, hanno avuto quasi sempre questi risultati: la maggioranza 9 e la minoranza/opposizione 5+2!  Ed anche in fase di votazione per “Immediata Eseguibilità”, il voto è stato 14 favorevoli ed il duo Crivelli/Volontè contrari! 

A mia memoria, ma può essere che mi sbagli, non ricordo che sia mai avvenuto che l’Eseguibilità abbia avuto voti contrari dalle opposizioni. 

Sono poi state affrontate le 3 Mozioni in calendario. 

La prima a firma Colli, riguardava la richiesta di fondi al Governo per l’installazione di eco-compattatori; il Sindaco ha risposto che è in corso una campagna di sensibilizzazione per la raccolta della plastica e che il Consorzio che segue la raccolta, ha dichiarato il posizionamento non economicamente conveniente. 

La Mozione è stata respinta a maggioranza 9 a 5+2.

La seconda riguardava l’intitolazione del viale cimiteriale alla poetessa Alda Merini ed era presentata dalla maggioranza che l’ha approvata con le astensioni di Almasio, Colli, Crivelli e ovviamente, Volontè. 

Terza ed ultima Mozione, per il “sostegno alle fasce sociali più deboli ed alle attività produttive” presentata da Volontè. Il Sindaco Binatti ha spiegato che i Responsabili tecnici del Comune avevano espresso in proposito, parere negativo per mancanza di ulteriori stanziamenti e coperture, né il presentatore aveva indicato suggerimenti su dove poterli reperire. E’ stato anche ricordato che proprio in apertura di Consiglio, Binatti aveva detto che TUTTI I GRUPPI CONSIGLIARI di Maggioranza e Minoranza, si erano già riuniti e sarebbero tornati a farlo, proprio per concordare il come, dove e quando mettere in atto quanto era anche richiesto da quella Mozione. Essendo pertanto tale richiesta superata, è stata respinta con votazione a maggioranza: 9 contrari e 5+2 favorevoli.

Un appunto personale: vorrei rammentare che quando il Sindaco Binatti convocò TUTTI I GRUPPI CONSIGLIARI di Maggioranza e Minoranza per affrontare concordemente l’emergenza, i consiglieri Volontè e Vilardo declinarono l’invito, salvo poi rivolgersi a fonti giornalistiche sollevando critiche e polemiche sterili quanto inutili a chi stava lavorando e facendo gruppo, senza colorazioni politiche.

Soprattutto da biasimare in quelle dichiarazioni, il meschino quanto vergognoso attacco, rivolto al Consigliere Varone assente in quella occasione, pur se tutta la città era al corrente del luttuoso evento che aveva colpito la sua famiglia. 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail