EMERGENZA VIRUS

EMERGENZA VIRUS COVID-19 

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

CERANO – Come tutta Italia, anche il nostro paese è alle prese con il corona virus, con le restrizioni ed i provvedimenti vari che ormai valgono per tutta la nazione. In particolare, sono state adottate delle misure speciali oltre ad una serie di informative rivolte alla popolazione e riguardanti i servizi ai cittadini. Tali regole, sono state diffuse sia con volantini, che tramite i social, in particolare Facebook. L’amministrazione ha attivato due misure particolarmente importanti: la prima è l’attivazione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) legato all’emergenza Covid-19; con un’ordinanza entrata in vigore lunedì 9 marzo, il Sindaco ha predisposto che la sala operativa del C.O.C. fosse sistemata presso la sala Giunta del comune ed attiva 24 ore su 24. Ha inoltre nominato referente del Comune di Cerano per il C.O.C. il vicesindaco Alessandro Albanese e referente istituzionale del coordinamento operativo di volontariato, Pezzetta Giovanni presidente del gruppo di protezione civile UVERP. In questo modo, il nostro Comune si è dotato di un’unità di crisi pronta ad attivarsi per qualsiasi necessità. 

La seconda iniziativa che l’amministrazione ha posto in essere, è l’attivazione di un numero telefonico (sempre attivo) per l’assistenza alla spesa ed al ritiro dei medicinali per gli over 65 o coloro che sono in isolamento. Il numero in questione è 347 005 8595.

Le disposizioni sindacali, si aggiungono alle raccomandazioni valide su tutta la nazione, in particolare il fatto di limitare gli spostamenti e le uscite il più possibile. Si ricorda infatti, che sono consentiti gli spostamenti solo per cure ospedaliere o ambulatoriali, per approvvigionamento di farmaci e generi di prima necessità, per tutte le attività lavorative e comunque dimostrando il motivo dello spostamento attraverso un’autocertificazione e la documentazione necessaria nel caso si venga fermati a un posto di controllo. Gli esercizi pubblici, al momento anche a Cerano, potranno restare aperti dalle ore 6 alle 18.

In conclusione, si fa presente che non essendoci il divieto assoluto di uscire, è comunque importantissimo, al fine di limitare la diffusione del virus, rispettare le raccomandazioni generali, evitare assembramenti ed utilizzare il buon senso.      Alice Pagani

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail