per non dimenticare

Uno spettacolo per non dimenticare

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

CERANO – Anche quest’anno, l’assessorato alla cultura ha deciso di celebrare la Giornata della Memoria promuovendo la messinscena dello spettacolo “LAGERKONZERT per coro, soli e orchestra ebrei”. La produzione, allestita dall’Associazione culturale Compagnia teatrale della Civetta, avrà luogo sabato 27 gennaio alle ore 21 presso la Sala Crespi di Cerano.
Questa volta, la compagnia già nota al pubblico ceranese, ha deciso di raccontare le vicende che ebbero luogo a Terezin, città ceca che nel 1938 venne annessa al Terzo Reich tedesco. “Nel 1941- viene ricordato in un comunicato stampa – l’intera cittadina fu circondata da un muro e adibita, come un grande ghetto, a campo di concentramento per gli ebrei. La propaganda nazista presentò Terezin come modello di insediamento della popolazione ebraica, ma in realtà si trattava soltanto di un serbatoio di raccolta degli internati che via via venivano trasferiti ad Auschwitz e ad altri lager per la soluzione finale. Lo spettacolo racconta una storia vera che sembra impossibile per quanto sia incredibile: in un campo di concentramento i prigionieri allestiscono ed eseguono il Requiem di Giuseppe Verdi”. I testi, a cura di Andrea Piazza, saranno accompagnati dalla testimonianza autentica del sopravissuto Josef Bor e dal direttore d’orchestra Rafael Schächter.
“Come può la musica aiutare dei prigionieri ebrei a restare vivi? – afferma l’Assessore alla Cultura Tommaso Vitarelli – E, soprattutto, per chi cantano il Requiem, la preghiera dei defunti, quei prigionieri? Lo scopriremo insieme al termine dello spettacolo, il cui ingresso è libero”.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail