PERCHE' 2

10 “Perché” sui comportamenti del nostro cane

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

(2.a parte) By Elena Minotti di Al Mulino Centro Cinofilo

  1. MANGIARE LE FECI

Ebbene sì: se il fenomeno è contenuto e legato solo a feci di altri animali come gatti, galline e volatili, fino anche ai cavalli, è del tutto normale! Non dimentichiamoci che il cane era e rimarrà sempre uno “spazzino” ed è quindi per lui normale, provare anche queste esperienze di gusto “alternative”!! Soprattutto le feci di gatto, sembra che siano particolarmente apprezzate e questo perché i gatti mangiano “più saporito” dei cani e quindi gli scarti sono anch’essi più saporiti. Ma se questo per il cane è un comportamento normale, soprattutto per i cuccioli che attraversano una fase orale esplorando il mondo con la bocca, è anche vero che mangiare le feci di altri animali può portare a parassiti intestinali! Dovremo incominciare ad allarmarci se questo fenomeno diventa un’ossessione e si riferisce alle feci di altri cani o addirittura, a quelle del cane stesso. L’autocoprofagia potrebbe essere sinonimo di un disturbo fisiologico o psicologico e quindi è bene cercare di eliminare il comportamento e rivolgersi a dei professionisti.

  1. MONTARE LE GAMBE

A noi questo comportamento mette estremamente in imbarazzo, perché consideriamo la monta unicamente un’azione sessuale. In realtà, la monta è una forma di comunicazione che viene utilizzata in diverse situazioni oltre che per l’atto sessuale in sé. Ad ogni modo, mai lasciare il cane compiere questo gesto su di noi o essere troppo insistente sugli altri cani e questo perché è un comportamento auto gratificante e non farebbe altro che aumentare di frequenza se si lasciasse fare. L’atto di monta in determinate condizioni, può essere espresso per eccessiva eccitazione nel gioco (il cane diventa troppo euforico e così per sfogarsi lo emette) o addirittura può essere un tentativo di calmare il suo compagno troppo agitato. Può essere emesso anche con lo stesso sesso e il più delle volte se espresso su di noi, indica richiesta di attenzione. Ecco quindi, che per correggere efficacemente questo comportamento è necessario capirne il motivo!

  1. RINCORRERE LA CODA

Detto anche “spinning”, ovvero il cane che gira vorticosamente intorno a sé come per prendersi la coda. Per noi questo comportamento è sicuramente divertente, ma può essere un sintomo molto pericoloso per il nostro cane a livello comportamentale. Dipende sempre dal perché lo fa: se lo fa un cucciolo, molto probabilmente è per scoprire sé stesso e quindi non è necessario allarmarsi, ma d’altra parte non dobbiamo ridere perché tutte le cose che attirano la nostra attenzione, potrebbero rinforzarsi e quindi spingere il cane a ripeterle. Se lo spinning lo fa un cane adulto una volta ogni tanto, potrebbe voler dire un fastidio alla base della coda come ghiandole perianali troppo piene o pulci fastidiose. Se invece questo comportamento viene emesso con eccessiva frequenza, sembra che trovi sollievo nel rincorrersi la coda e diventa sordo a qualsiasi distrazione, allora dobbiamo allarmarci perché magari siamo di fronte ad un disturbo ossessivo-compulsivo che potrebbe essere sintomo di stress, scarsa attività fisica, confusione mentale o altro. In questo caso, sarà utile consultare un veterinario comportamentista per agire immediatamente ed eliminare la fonte del problema.

  1. LECCARE L’URINA DEGLI ALTRI E SBATTERE I DENTI

Vi sarà capitato di osservare il vostro cane (soprattutto se maschio), annusare con insistenza una pipì e magari leccarla sbattendo ritmicamente i denti come se volesse “assaggiarla”. I cani hanno tra la bocca e le cavità nasali, un organo che a noi è scomparso tanto tempo fa, chiamato Organo di Jacobson o Organo vomero-nasale che permette di recepire i feromoni, ovviamente anche quelli contenuti nella pipì. Lo sbattere ritmato dei denti e della lingua sul palato, si chiama flehemen ed ha proprio lo scopo di mandare le particelle odorose verso questo organo permettendo così un’analisi più accurata dello stato dell’animale che ha emesso quella pipì. Si vede molto più frequentemente nei maschi.

  1. MUOVERE LA ZAMPA POSTERIORE QUANDO LO SI GRATTA

Quando facciamo le coccole al nostro cane, in particolar modo al cucciolo quando grattiamo il pancino, incomincia subito a muovere una delle zampe posteriori! Si chiama riflesso di grattamento che il cane emette quando sente una sensazione simile al solletico. In questa situazione, le terminazioni nervose inviano segnali alle zampe posteriori che reagiscono in maniera spontanea facendoci ridere un sacco!

Come sempre sono a disposizione per ulteriori chiarimenti e se avete qualche “perché urgente” potete sempre contattarmi a info@almulinocinofilo.it oppure potete visitare il sito www.almulinocinofilo.it

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail