Il governo contro lavoratori pacifici

Il governo contro lavoratori pacifici

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

“Idranti contro i lavoratori che scioperano al porto di Trieste – scrive Giorgia Meloni su Facebook – Lo stesso Governo che nulla ha fatto per fermare un rave illegale di migliaia di sbandati, nulla ha fatto per impedire l’assalto alla sede della Cgil, nulla fa per fermare l’immigrazione illegale e combattere le zone franche dello spaccio e della criminalità, che nulla fa contro le occupazioni abusive di case e palazzi privati, tira fuori dai depositi gli idranti per usarli contro dei lavoratori che scioperano pacificamente per non essere discriminati sul posto di lavoro. Così come vuole la Costituzione, così come richiesto pure dalla UE. Sindacati muti, media accondiscendenti, forze politiche di maggioranza plaudenti. Ecco in cosa stanno trasformando l’Italia”.

Lo ha scritto la Meloni su un post e me lo ha confermato mia figlia che a Trieste, lo ha visto e vissuto, per fortuna dalle finestra del suo ufficio, inviandomi un filmato.

Anche questa mattina, lunedì 18 ottobre, così come lo scorso venerdì e sabato, Silvia ha attraversato il corteo pacifico che si è aperto al transito delle auto che si recavano al porto a lavorare, senza impedire a chiunque si recava in ufficio, di potervi accedere.

Ma questa mattina, dopo che come gli altri giorni si è recata in ufficio, ha assistito poco dopo le 9 e lo ha filmato come pure i suoi colleghi, all’uso degli idranti ed alle cariche della polizia contro i lavoratori colpevoli di gridare “libertà” esponendo cartelli.

E’ bastato che i lavoratori arrivassero a ridosso dello schieramento di polizia in tenuta antisommossa, per scatenare le cariche e l’uso degli idranti sulla esigua folla di poche centinaia di persone.

Verso mezzogiorno, i lavoratori inzuppati e malmenati, hanno desistito e si sono sciolti.

Questa è la libertà democratica di Draghi e Lamorgese verso chi protesta pacificamente solo gridando.

Gian Roberto D’Ulisse

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail